trasportare oggetti di antiquariato

Come trasportare oggetti di antiquariato durante un trasloco.

trasportare oggetti di antiquariato

Tra gli elementi che possono far parte di un trasloco, ci sono sempre alcuni oggetti che richiedono un’attenzione particolare. Indubbiamente i cosiddetti oggetti di antiquariato fanno parte di questo gruppo, e non possono essere lasciati in mano a chiunque. In alcuni casi questi oggetti avranno un elevato valore economico, in altri avranno un inestimabile valore sentimentale.

All’interno di questa categoria rientrano oggetti molto differenti. Tra i più comuni ritroviamo porcellane e cristalleria, gioielli e piccoli oggetti decorativi. Tutti hanno in comune il fatto di possedere dimensioni contenute, questo facilita di conseguenza anche le operazioni di imballaggio.

Diversamente gli oggetti di grandi dimensioni come mobili, dipinti e statue, pianoforti ed altri strumenti musicali ingombranti, bauli etc. necessitano una pianificazione del trasloco curata nei minimi dettagli.

È opportuno in questi casi redigere preliminarmente un inventario di tutti i beni in nostro possesso, e che potremmo considerare come oggetti di antiquariato. Una volta redatta la lista possiamo metterci in contatto con imprese di trasloco che abbiano esperienza nel trasporto di tali beni.

Per avere un’idea del costo del trasloco dei nostri oggetti di antiquariato l’impresa non deve limitarsi a prendere in considerazione solo l’inventario che abbiamo preparato in precedenza. La mossa migliore da parte dell’impresa è che venga ad effettuare un sopralluogo in maniera tale da avere un’idea concreta di come dovrebbe essere effettuato il processo di imballaggio e trasporto di tutte le parti.

Vi sono infine alcuni oggetti molto particolari come gioielli, collezioni di monete o francobolli, che vale la pena trasportare personalmente al nuovo domicilio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *