Traslocare solo

Meglio traslocare da soli o rivolgersi a una ditta specializzata?

Il trasloco, spesso, rappresenta un grande evento nell’esistenza di una persona. Può essere affrontato con gioia e o con malinconia, può derivare da situazioni spiacevoli o risultare un miglioramento nella nostra vita, ma siamo tutti concordi su un aspetto: un trasloco e molto, molto faticoso.

Quando ci troviamo nella condizione di dover traslocare, la domanda che molti di noi si fanno è: posso farcela da solo, oppure ho bisogno dell’aiuto di una ditta specializzata?

Difficile trovare una risposta univoca, ovviamente dipende dalla mole di lavoro che ci aspetta e dai nostri mezzi a disposizione.

Cerchiamo allora di vedere insieme i pro e i contro delle due soluzioni, cosa ci aspetta se decidiamo di traslocare da soli e cosa invece se preferiamo affidarci a dei professionisti del settore.

Abbiamo deciso di traslocare senza l’aiuto di un professionista. Di che cosa abbiamo bisogno?

Dobbiamo anzitutto fare una cernita della nostra roba: che cosa lasceremo nella vecchia casa, che cosa butteremo via e che cosa porteremo con noi.

Se parliamo di mobili ed elettrodomestici, è molto probabile che richiedano una fase di smontaggio, sia per ridurre le dimensioni e farli passare dalla porta, sia per facilitare il trasporto. A questo punto, dobbiamo farci due domande: siamo in grado di smontare i mobili senza romperli, e poi di rimontarli? Abbiamo un mezzo adeguato per il trasporto?

Il trasporto è una delle fasi più delicate della questione trasloco. Prima di tutto dobbiamo far uscire le nostre cose, compresi mobili ed elettrodomestici, probabilmente, dalla vecchia casa. Operazione delicata, senza rischiare di rompere niente.

Non sarebbe male avere a disposizione le attrezzature di una ditta specializzata e trasportare tutto con un montacarichi, vero? Oppure farci aiutare con gli scatoloni di libri da un energumeno di cento chili che sembra un armadio, invece che da nostra sorella.

Ci stiamo ripensando?

Traslocare da soli è un impresa non soltanto faticosa, ma che ci porterà via una quantità di tempo impensabile: riempire scatole e scatoloni con la nostra roba, catalogare tutto, smontare i mobili, portare tutto in strada e caricare il nostro mezzo (abbiamo noleggiato un furgone, mica abbiamo intenzione di fare mille viaggi con la macchina?), scaricare tutto a casa nuova e… siamo ancora  metà dell’opera. Sempre che non ci venga il colpo della strega: in questo caso, siamo out.

Forse è meglio ripensarci e affidarci a una ditta di traslochi specializzata: spenderemo qualcosa in più, ma ci guadagneremo in tempo e in salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *