ritiro mobili usati

Ritiro mobili usati? Come sfruttare questo servizio

Se si decide di dare via alcuni pezzi del proprio arredamento, una ditta di traslochi può venire incontro al cliente offrendogli un servizio di ritiro di mobili usati.

Il servizio è sicuro, garantito, rapido. I mobili arrivano a destinazione nello showroom pronti per essere messi in vendita ed a mirati dai potenziali acquirenti.ritiro mobili usati

Se i mobili usati sono ancora utilizzabili ed in buono stato, ci sono tre opzioni ugualmente percorribili:

  • si può richiedere ad un addetto della ditta di traslochi di fare una quotazione diretta dell’usato con pagamento immediato
  • si può chiedere di ritirare e di esporre in conto vendita alcuni mobili usati nello showroom
  • si possono donare mobili ed arredamento usati ai poveri ed alle famiglie bisognose

Esistono punti vendita di re-commerce come “Mercatopoli”, diffuso in tutta Italia, che espongono beni che hanno almeno venti-trenta anni d’età e che confluiscono nei mercatini del vintage, esposti in conto vendita e che offrono al venditore il 50% del prezzo di vendita in contanti.

L’attenzione alla qualità, costante dei valutatori di Mercatopoli, permette di piazzare a meglio i mobili usati dopo il loro ritiro da parte della ditta di traslochi, considerandone la funzionalità effettiva dei beni, il loro posizionamento sul mercato e l’interesse da parte dei clienti del punto vendita.

La difficoltà che spinge a consultare un’azienda specializzata nel ritiro di mobili usati è sicuramente quella di smontare, pur prestando attenzione alla loro foggia e conformazione, gli arredi e nel rimontarli laddove saranno esposti per la vendita; inoltre l’idea di dover noleggiare un furgoncino, magari imbottito, per il trasporto verso una stanza di deposito temporaneo può scoraggiare chi decide di disfarsi di un certo mobilio, avendo la disponibilità economica per poter comprare la mobilia per un’intera stanza nuova.

Perchè privarsi di un cambiamento, trovando un’occasione di guadagno veloce al tempo stesso, quando, affidandosi a mani esperte, si possono ottenere “due piccioni con una fava”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *