trasloco e burocrazia

Trasloco e burocrazia: le pratiche da non dimenticare.

trasloco e burocrazia

Se hai optato per un trasloco fai da te ancor prima di organizzare tutte le operazioni di imballaggio, dovrai prima pensare di avvisare gli appositi enti ed associazioni o rischierai di ritrovarti a pagare salate sanzioni. Per evitarti questa prospettiva, a seguire ti forniremo un pratico elenco di tutte le pratiche da non dimenticare:

  • La questione dell’acqua: qualora ti stia trasferendo in un condominio puoi tirare un sospiro di sollievo; ogni condominio, infatti, è intestatario del contratto con l’acquedotto, motivo per cui non dovrai sbrigare nessuna pratica. Se invece la nuova destinazione è una casa non condominiale, allora dovrai recarti al Comune di riferimento e richiedere gli appositi documenti di Impegnativa di Trapasso di Utenza di Acqua Potabile. Inoltre, qualora ti stia trasferendo da una casa non condominiale, vale lo stesso discorso: essendo tu stesso l’intestatario del contratto con l’acquedotto, dovrai consegnare al Comune una lettera di disdetta.seguire ti forniremo un pratico elenco di tutte le pratiche da non dimenticare:
  • Luce: se ti stai trasferendo in una città dove non è presente soltanto l’Enel, informati bene su chi fornisce l’elettricità. Dovrai provvedere alla disdetta del servizio della casa che stai per lasciare con 15 giorni di anticipo. I costi di attivazione del servizio di elettricità presso la nuova abitazione verranno arrecati sulla prima bolletta.
  • Servizio fornitura gas: qualora la nuova casa sia provvista di un contratto già esistente a nome di un altro cliente, dovrai provvedere tu stesso a comunicarne la disdetta. Nel caso non sia presente nessun contratto, dovrai recarti presso l’azienda fornitrice del gas. Dovrai anche provvedere a disdire il servizio dalla casa che stai per lasciare, in questo caso la tempistica varia con l’azienda fornitrice.
  • Telefonia: comunicare al gestore di competenza la disdetta della linea telefonica con lettera raccomandata e almeno un mese prima. È possibile comunque comunicare il trasloco e mantenere la propria linea, vi basterà contattare gli appositi canali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *